Un nuovo angolo in cucina

28 novembre 2016



Non trascorro un anno senza apportare qualche modifica al Valdirose. Sono irrequieta? Non più della maggior parte delle donne, credo. Abbiamo sempre un buon motivo per cambiare e uno altrettanto valido per tenere quel ricordo sul comodino. 
Nel mio caso è stata necessità: all'apertura del b&b avevo un budget limitato, ho fatto quel che potevo e poi... atteso. Imparando che c'è un tempo per fare e un per perfezionare. 


Questa estate, nel pieno dell'alta stagione, ho cambiato parte della cucina: ho separato due ripiani dall'étagère della veranda ottenendo una madia e due mensole, ho buttato giù la parte in muratura e imbiancato. 

Con la nuova luce e la stanza vuota ho finalmente visto ciò di cui avevo bisogno : artigianato e caldi materiali naturali.

Volevo che le pietre arrivassero dalla mia amata regione toscana quindi acquistato qui il piano d'appoggio e il mio pilozzo in travertino scolpito da un unico blocco. Sarò infantile ma è una cosa di cui vado fiera. Vorrei anche io saper far qualcosa di manuale , qualcosa che valesse la pena tramandare. 


Ho finalmente trovato il ripiano anche per la base del tavolo che avevo acquistato dal rigattiere vicino casa ottenendo il mio tavolo preferito per la pasta fresca (e non solo , perchè, diciamocelo... quanto è bello lo sfondo del marmo per noi che amiamo fotografare?!)








3 commenti:

  1. E' tutto così "giusto" , cosa dire? Come sempre armonia.
    Un abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
  2. Che belissime foto!! E la cucina! :)

    RispondiElimina