cose da raccontare

27 ottobre 2016

Da bambina avevo intorno un eco continuo di "basta Irenina, chetati un attimo" (stai zitta un pochino) e io l'avrei accontentati ma ogni tre per due accadeva qualcosa da raccontare. Anche oggi, se non mi do un contegno, sento quel desiderio.


La gara di guanti di lattice, il morso ad un frutto maturo con il succo che cola giù per il collo, quella vespa davanti alla macelleria sembrava una cartolina, la pieve di Romena con i suoi tre cipressi, il tuffo in Arno, lei  e il suo broncio che riesco a vedere anche di spalle. 
Quante belle cose in sole due ore di questa estate. La piccola Irene che ero a volte aveva ragione queste son cose da raccontare












5 commenti:

  1. Lo sono certamente. E tu hai un dono particolare nel cogliere l'attimo con le foto e con le parole. claudiag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io non ho resistito :) grazie Claudia!

      Elimina
  2. Altroché se son da raccontare! nel tuo caso, Irenina un po' cresciuta, possono bastare anche le sole immagini, visto che sai metterci un sacco di parole dentro! :)

    RispondiElimina
  3. Sembra un racconto d'altri tempi.Affascina.
    Grazie!

    RispondiElimina
  4. grazie per tutti!!!
    bacci
    mi piace molto la publicazione!!!
    :)

    RispondiElimina