livorno

16 febbraio 2016

Capitava a sorpresa, come le voglie e, quando accadeva, una domenica qualunque diventava una festa: "Bambine vestitevi svelte, il babbo ci porta a mangiare il cacciucco". Il tempo di ascoltare il lato di una cassetta ed eravamo a destinazione. Ricordo bene il fermento di quei ristoranti: tra i piatti e il profumo di pesce i commensali si prendevano in giro , ridevano e raccontavano tragedie come fossero barzellette, a quelle tavole così teatrali e colorate anche le battute spinte erano ammesse (forse per questo "le bimbe livornesi" eran sempre più vispe di me)... Me ne stavo al mio tavolo, al sicuro davanti a quel piatto fumante che incredibilmente riusciva a farmi amare anche le lische. 





Una corsa nella terrazza a scacchi (terrazza Mascagni) un ponche per i grandi e poi tutti in alfa sud verso Firenze. Da allora son passati vent'anni ma Livorno è sempre la stessa: conserva i suoi scorci incantevoli, le battute taglienti e spietate, custodisce il magico quartiere nel cuore della città vecchia chiamato "Venezia" e, dietro tende di plastica, luoghi storici dove da anni si mangia e si fa merenda. 

In questa città non si tradiscono le tradizioni per le mode del momento e se chiedi per strada non c'è dubbio alcuno: la torta si accompagna alla spuma bionda e si mangia da "Gagarin" proprio di fianco al mercato centrale. il ponche si prende "dal Civili" , il cacciucco "da Galileo" e il frate dal "Frataio": non affannatevi a cercare insegne o indicazioni, a loro non servono. Sono lì da anni e se non sai dove allora non sei livornese.   Ecco perché amo questa città ecco perché è stato o un grande onore raccontarla a cucina corriere.  Questo è l'articolo con tutti indirizzi e indicazioni.




9 commenti:

  1. Bravissima Irene, bellissimo articolo, una fiorentina che spiega Livorno come se ci abitasse!!

    RispondiElimina
  2. conosco molto bene il lungo mare di Livorno, ci sono stata parecchie volte con i bimbi piccoli quando abitavo ad Empoli, ma non ho avuto l'occasione di provare le cose che dici, peccato, magari sarà per un'altra volta.
    gloria

    RispondiElimina
  3. Quella bellissima sensazione che provavo quando mio padre diceva di prepararci per una meta ignota... Si facevano cose semplici come eventi straordinari!!
    Che poi mio padre doveva conoscere i luoghi che descrivi, é nato in Toscana
    Complimenti le tue foto sempre speciali per me
    XO
    Rosa

    RispondiElimina
  4. cara irene
    mi scaldano il cuore sempre i tuoi post..ti ammiro per il tuo modo soave e gentile di essere donna ...è sempre un piacere leggerti...anch io sono una grande estimatrice dei ricordi dolci del passato, legati a una ricetta, a dei volti umani e a dettagli di paesaggio che ci accompagneranno per sempre...
    ti auguro una buona settimana
    daniela
    https://infusodiriso.wordpress.com/

    RispondiElimina
  5. Mở bán an binh city geleximco hà đông
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Giới thiệu an binh city cổ nhuế
    Chủ đầu tư brg park residence lê văn lương phạm văn đồng
    Chủ đầu tư gelexia riverside phạm văn đồng
    Chủ đầu tư gelexia riverside 885 tam trinh phạm văn đồng
    Ra mắt palm garden le van luong
    Mở bán chung cư gemek premium hà đông
    Mở bán chung cư nguyễn tuân hà đông
    Mở bán the green daisy lê trọng tấn hà đông
    Mở bán dự án flc star tower hà đông
    Mở bán the golden palm lê văn lương hà đông
    Chủ đầu tư an bình city phạm văn đồng
    Mở bán flc green home 18 phạm hùng hà đông
    Mở bán the golden palm lê văn lương hà đông

    RispondiElimina
  6. grazie per tutti!!!
    bacci
    mi piace molto la publicazione!!!
    :)

    RispondiElimina