Settembre

10 settembre 2015




Adesso che ogni cosa è ferma e riposa sembra incredibile tutto quel che è passato: le camere, fatte e rifatte ogni santa mattina, le tavole, i fiori, le tazze, le sedie e le decine di vite che han bevuto i nostri caffè.
Ciò che accecava appare nostalgico e sbiadito come il fiore pressato tra le pagine del libro.
Si accendono le candele prima di cena e servon le coccole per ripararsi dal fresco della sera e ecco ciò che amo di più di questo mese chiamato Settembre.










Uno dei fiori pressati trovati nelle pagine di questa estate è questo : un pranzo a “La cantinetta di Rignana” (forse il mio ristorante preferito) , uno sguardo alla mia casa dei sogni (anche detta  “Futura”) e buone persone con cui brindare.