press: Valdirose su Natural Style

5 settembre 2014

C’è stato un momento in cui tutto era solo qualcosa da pagare e stanchezza e sogni che mannaggia al giorno in cui mi erano entrati in testa. Io sentivo solo fatica come quella della scorsa notte, di quando ci siamo incontrati a metà strada camminando nel buio di via Val di rose, ricordi? Ti portavo le uova per farmi fare la torta dalla mamma e dormire un po’ di più al mattino seguente.




E poi, invece, tra il fresco delle lenzuola ho pensato che quel momento era stato proprio bello : dividere la stanchezza in due, con te. Ripensare ai momenti difficili è ciò che mi fa sentire davvero forte e felice come quando mi dicevi "tu sì che sei un uomo mica la mamma” .



Oggi sfoglio Natural Style e vedo un articolo su di me: l’economia è donna c’è scritto ed è vero. Basta vedere le nonne: una tosta con la falce ad esigere un campo come tutti gli altri nonostante avesse 3 figlie donne, l’altra eterea e romantica che guarda negli occhi il vecchio proprietario del Valdirose esprimendo il desiderio di tornare un questa casa.


L’economia è donna ma accanto servono uomini come Paolo e te. Grazie babbo: stammi sempre vicino, dimmi ancora che sono forte come dopo l’incidente della mamma, lasciami cadere e ti farò vedere come ho imparato a rialzarmi, trova per me ogni giorno un motivo per stappare la bottiglia buona, fammi arrabbiare e poi prendimi in giro perché, hai ragione, se non rido non sono io, continua ad essere il guardiano e l’anima di questa casa, raccontami i tuoi sogni e festeggiamo quando sogni di volare come da ragazzo,  ma soprattutto vivi, vivi tanto e fammi vedere come si fa perché da te ho un sacco di cosa da imparare.
tua








36 commenti:

  1. Mi emoziono perché per me la gioia di avere un padre è durata troppo poco e perché sono felice per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda Fiorella...ogni giorno insieme a lui lo vivo come un regalo del cielo. Un abbraccio

      Elimina
  2. I papà sono i colossi delle nostre vite. Complimenti per i sogni realizzati e buona fortuna per quelli che realizzerai ancora. eleonora
    http://eilbasilico.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Eleonora adesso devo fermarmi un po’ altrimenti qui a casa mi incatenano!

      Elimina
  3. Long live the King and the Princes and Princess of your enchanted Valdirose!
    Emilia e Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di ricordarvi di noi! Io lo faccio ogni volta che sento una orchestra

      Elimina
  4. ..mi pare di vedervi, te e Giovanni, a scambiarvi le uova alla luce di un lampione, nella frescura della sera
    sei un'emozione Irene, il tuo babbo ha fatto un gran bel lavoro con questa figliola!
    grazie per gli occhi lucidi che mi hai regalato con queste righe, un abbraccio

    silvia fioridilavanda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, tu che lo hai conosciuto mi capirai… ed è bellissimo per me poter scrivere sapendo che chi legge capisce

      Elimina
  5. Solo una parola, complimenti.
    Irene

    RispondiElimina
  6. ...E ancora una voltA...,a leggerti piango.
    Un giorno forse verrò a conoscere questa Irene tanto speciale...arrivi dritto al cuore!

    RispondiElimina
  7. Ecco lo sapevo...ho già il magone e gli occhi stracolmi di lacrime....se solo fosse rimasto più a lungo con me sono sicura che oggi potrei essere una persona migliore...purtroppo la vita a volte ti tira dei colpi bassi....mi rimangono pochi ricordi di bambina....fortunatamente bellissimi!! Ti seguo finalmente anche su ig......a presto Anto

    RispondiElimina
  8. ❤️ Il tuo babbo (come lo chiamate voi...da noi si usa papa') e' una persona davvero in gamba!!! Che dire...mi emozioni ogni volta!

    RispondiElimina
  9. Occhi lucidi e cuore che batte...

    RispondiElimina
  10. Brava Irene, coccolalo il tuo babbo e digli tutto, ma proprio tutto quello che ti passa nel cuore, che cosa fantastica poterlo fare, mi hai toccato nell'anima. Un bacio allla Valdirose family al completo. Eli

    RispondiElimina
  11. Le lacrime mi rigano il viso. Io non ti conosco di persona, i miei occhi non hanno mai incontrato la luce dei tuoi, ma mi bastano queste parole per emozionarmi delle tue emozioni, dei tuoi ricordi, dei tuoi sentimenti tanto limpidi e sinceri.
    Mi manca, un papà. Il mio mi ha voltato le spalle quando avevo 3 anni, scrollandosi dalla dita la stretta della mia manina che avrebbe voluto trattenerlo. Solo il mio nonnino materno, unica figura maschile, mi ha accudita con amore. Ha lasciato troppo presto questo Reame, quando avevo solo 7 anni.
    Ma nel leggere le tue emozioni, le parole che rivolgi al tuo babbo, sento che i sogni che con fatica cerco di portare avanti, in qualche modo sono sostenuti da quelle mani invisibili che hanno sostenuto i miei primi passi nella vita.
    Non tutto è perduto ...e ti ringrazio, perchè oggi tu con il tuo luminoso post me lo hai ricordato.
    Quella foto, del suo dolce abbraccio, con quello sguardo ...credimi, scalda davvero il cuore.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Sai Irene, viaggiando in lungo ed in largo, ho potuto capire che le vere ''economie'' che funzionano e che muovono il mondo sono quelle familiari: dalle famiglie nei villaggi Maasai a quelle delle piccole isole siciliane: la vera economia ha come motore occhi amati che sorreggono da mille fatiche e scacciano inifinite solitudini!
    un abbraccio dai confini del mondo,
    donatella

    RispondiElimina
  13. io l'ho conosciuta quella Luce complice che passa da uno all'altro come il susseguirsi di note di un'aria ....è armonia....è famiglia . tanti " brindisini " alle fatiche&successi di questa cara famiglia . anna&massi

    RispondiElimina
  14. Leggere queste parole,ricordarti radiosa vestita di bianco nel tuo cortile mi dà la certezza che sei una persona con il "dono",quella che può cambiarti dentro,darti nuovi orizzonti...pensa anche questo la sera della tua stanchezza!
    Grazie
    Lorenza

    RispondiElimina
  15. È stato proprio lui ad accoglierci quel caldo pomeriggio....con le mani sporche di terra e un sorriso che ha conquistato subito il cuore.....siete una famiglia splendida e mi sento fortunata di avervi conosciuto.....a presto cara dolce Irene <3

    RispondiElimina
  16. Mio papà è volato in cielo un anno fa. Non l'ho avuto così vicino nei miei progetti, anzi qualche volta ha cercato di dissuadermi dal realizzarli. Sono andata avanti caparbia, e non ho mollato mai, nemmeno per averlo dalla mia parte.
    Ora che non c'è più, ho un ricordo di lui che è solo dolcezza. Mi ha passato tante qualità e solo questo voglio sentire di lui, adesso.
    Alcuni illuminati della nuova medicina, sostengono che avere fiducia nel proprio padre assicura una buona riuscita professionale. Hai scritto tante volte di lui e tutte le volte sorrido, penso a quanto questa teoria sia vera e ti stimo moltissimo.
    Grazie Irene. Per tutto.
    Patrizia

    RispondiElimina
  17. mio padre non c'è più: le tue parole potrebbero essere le mie, mai pronunciate... grazie
    lori

    RispondiElimina
  18. Non amarlo così tanto, ti mancherà troppo e ne soffrirai fino al dolore fisico. Provato sulla mia pelle. O forse è meglio non porsi limiti?
    FB :Fatto di faccine , cuoricini, parole abbrevviate...una tristezza.
    Vuoi mettere il blog; richiede più tempo ,ma le immagini e lo scritto...una poesia.
    Grazie Valdirose.
    Laura

    RispondiElimina
  19. se il mondo avesse i tuoi occhi…

    RispondiElimina
  20. pensavo la stessa cosa del messaggio qui sopra. Ho una poesia per te.

    I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
    verrà giorno, mia rosa, verrà giorno
    che gli uomini si guarderanno l'un l'altro
    fraternamente
    con i tuoi occhi, amor mio,
    si guarderanno con i tuoi occhi.
    Nazim Hikmet

    scusa l’amor mio. per il resto sembra scritta per te.

    Giulia S

    RispondiElimina
  21. grazie irene la frase lasciami cadere e ti farò vedere come ho imparato a rialzarmi la porterò con me in questi giorni, sarà la luce che mi accompagnerà nelle decisioni che dovrò prendere.un'abbraccio e spero presto di venire a valdirose con la mia mamma

    RispondiElimina
  22. Le parole che dedichi al tuo "babbo" , ricordo anche le altre, sono così diverse come diverso e profondo è sempre il tuo sentire, ti auguro e vi auguro tante bottiglie buone da stappare insieme, vi stringo in un abbraccio con tutto l'amore che meritate,
    Daniela

    RispondiElimina
  23. ...ma perché quando ti leggo, sto qui davanti al pc ti rileggo e ti rileggo, fino quasi a imparare a memoria, e le forti emozioni, oh mio Dio!, espresse non una semplicità speciale tale da entrarmi dirette al cuore e alla mente come nessuno mai!!
    Grazie Irene
    P.S. il tuo libro?....meraviglioso!!... ora attendo un altro che parli d'amore!
    Giovanna

    RispondiElimina
  24. Félicitation, c'est superbe !!!
    Bise à vous tous ;-)
    Laëtitia et Philippe

    RispondiElimina
  25. ogni volta che ti leggo mi emoziono.....sei meravigliosa....se il mondo fosse pieno di Persone come te sarebbe bellissimo grazie per tutto quello che ci trasmetti!!
    un abbraccio
    Beatrice

    RispondiElimina
  26. Emozionante...anima bella!
    un papà non vissuto non fa capire a fondo l'unione che vi lega...ma è bello lo stesso!

    RispondiElimina
  27. Le tue parole sono emozionanti e il legame stupendo che hai con Tuo padre...è ciò che mi è sempre mancato con il mio....un grande vuoto che mi porterò sempre dentro e non solo quello....Sei una persona splendida , speravo di poterti conoscere di persona ma quando ti ho chiamata non c'era posto ...prima o poi spero di riuscirci perchè è con persone come Te e la Tua bellissima famiglia che si può credere ancora...
    un abbraccio
    Gilda

    RispondiElimina
  28. Maravilhoso!! Gosti de descobrir o seu blog. Vou seguir e adicionar à minha lista de blogs favoritos! Un abbraccio de Portugal. Manuela

    RispondiElimina
  29. Grazie Irene! le tue parole sono anche le mie...mi emoziono sempre a leggere i tuoi post, non ci conosciamo personalmente ma le tue parole danno voce ai miei sentimenti...grazie per le emozioni che trasmetti, grazie per queste lacrime di gioia e questo batticuore che mi hai regalato... buona giornata... un abbraccio al tuo papa'!

    RispondiElimina
  30. Cara Irene,
    con il groppo in gola mi affretto a scriverti un commento.. perché i commenti vanno fatti a caldo, quando tutta questa emozione che trasmetti è addosso!
    Complimenti al tuo babbo per quello che ti ha insegnato.. soprattutto la spontaneità, la semplicità e l'autenticità che ti rende così eccezionale..
    Esprimo un desiderio: cercate di essere il più contagiosi possibile! il mondo ha bisogno di ritrovare persone così vere!
    Ti abbraccio commossa!
    Cristina

    RispondiElimina
  31. Le tue parore , i tuoi sorrisi ,il caffe di paolo, il volto radioso del tuo babbo rogoglioso della sua figlia un po pazzerella sei grande irene sei brava e mertiti tutto quello che hai e soprattutto NON SMETTERE MAI di condividerlo con noi un bacio carmen mamma con le rotelle

    RispondiElimina
  32. Che belle parole che hai dedicato al tuo babbo, Irene....mi sono venute le lacrime agli occhi. Solo e soltanto tu riesci a tradurre in parole le cose del cuore. Un abbraccio grande a te e al tuo meraviglioso babbo....

    RispondiElimina