mi chiedo

22 gennaio 2014



Quando mi chino per darti un bacio nel tuo letto e mi prendi la ciocca di capelli che cade e ci giochi, 


quando piangi sconfitta e mi chiedo se sarò stata capace di regalarti 
ali e radici come insegna il proverbio 
quando ridi, giochi e fai gli spettacoli e mi chiedo cosa rimarrà della tua infanzia

Sono momenti in cui mi fai sentire grande 

e mi chiedo come posso stupirti perchè io per te voglio essere la migliore.

60 commenti:

  1. mi hai fatto commuovere! mi chiedo anch'io cosa rimarrà della sua infanzia....il tempo vola...
    Credo che tu sia già la migliore, qualunque cosa tu faccia! Per i bimbi è così...
    Un abbraccio
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una domanda che ci facciamo in tante : io ho avuto una infanzia perfetta chissà se riesco a darla anche a lei…
      un abbraccio a te
      Ire

      Elimina
  2. Dolci parole di una mamma innamorata...
    Baci,
    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. super innamorata… che ci posso fare! Chiamami quando passi
      ;)
      Ire

      Elimina
  3. Lo scopriremo solo vivendo... Per i bambini i genitori sono sempre i migliori ma è poi da adulti che le nostre certezze vengono messe alla prova, parlo da figlia. Per i miei figli spero sempre di essere all'altezza delle loro aspettative e di non deluderli mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie silvia, è vero lo possiamo scoprire solo vivendo… Spero anche io di non deluderla : sarebbe già un grande traguardo

      Elimina
  4. Credo che tu sia già la migliore per lei…..non dobbiamo far nulla per dimostrarlo quando lo si è già……Tutto ciò che serve è amore e tu ne hai il cuore gonfio!
    ti abbraccio …ciao Irene
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gonfio :) mi piace
      un abbraccio a te
      Ire

      Elimina
  5. Mi chiedo se sia possibile amare una figlia più di così..anch'io mi chiedo spesso e dico a me stessa ciò che tu ci scrivi..cara Irene sei una madre ed una donna che sparge dolcezza e forza d'amore intorno a sè..spero di poterti abbracciare presto di persona,
    Fabrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero di poterti abbracciare presto anche io: dal vivo non sono così dolce anzi sono sempre un po’ persa e distratta… ma l’amore, ne ho da dare e da serbare!
      Ire

      Elimina
  6. è una delle poche volte che SENTO con certezza che lei sa che tu sei la migliore...e non solo lei lo sa...
    da parte mia grazie perchè sempre mi emozioni...e "tocco con mano" la consapevolezza della vita.
    un abbraccio...amica mia
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai vero che questo post è nato grazie a te?
      un abbraccio a te
      Ire

      Elimina
  7. Domanda che mi faccio spesso anche io, cara Irene, quella se sono e sarò in grado di dare quello di cui hanno bisogno davvero, donare il necessario perchè possano sentirsi sicuri anche mentre camminano tra le loro sconfitte e paure.
    Ali e radici... meraviglioso. Ma che proverbio è?
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un proverbio arabo:Beato colui che riesce a dare ai propri figli ali e radici.
      l’ho trovato bellissimo
      un abbraccio a te
      Irene

      Elimina
  8. Non so se per tutti è la stessa cosa.
    Io l'ho scoperto da grande.
    Dopo aver compreso e perdonato.
    La sua storia la scriverà lei e tu gli terrai la mano.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Grazie per questa bellissima condivisione della maternità!
    Delicata ma presente.
    Ricordo ancora quando ti ho brevemente conosciuto per un weekend al tuo Valdirose che mio marito mi aveva regalato due anni fa per i miei 30 anni. Splendido.
    Me lo porto con me sempre quel weekend. Anche se ora c'è una piccolina in più con noi di 2 anni oltre al grande di 5. E anche se ora non viviamo più nel nostro bel Paese, ma in UK.
    Anche da qua continuo a leggerti in silenzio.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miriam, grazie di avermi regalato queste belle notizie : uk, in 4… suona bellissimo ed essere nei tuoi ricordi mi fa viaggiare un po’.
      Ti abbraccio e ti ringrazio di non ti dimenticarti di noi
      irene e family

      Elimina
  10. Risposte
    1. è accaduto lo stesso a me leggendo questo proverbio. Quante cose si fanno senza soffermarci eppure ogni gesto ogni frase ha un peso importante per questi piccoli che stanno provando a crescere
      un bacio

      Elimina
  11. Mamma mia Irene, non so come fai... riesci sempre a toccare la parte di me più sensibile e materna... lacrimuccuiaaaaaa <3 sei un esempio da seguire, come donna e soprattutto come mamma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l’esempio sono stati i miei cari che hanno saputo darmi una infanzia spensierata e felice sarà duro il confronto!

      Elimina
  12. io dico che ci riesci benissimo!
    ^^

    G.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci provo, porsi domande mi aiuta a crescere (come nel blog ;) )
      Col cuore
      Irene

      Elimina
  13. tu sei una mamma speciale e tua figlia è una bimba molto fortunata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono fortunata anche io :) non me lo voglio dimenticare

      Elimina
  14. Quante volte me lo sono chiesto! Mimma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fa sorridere, dopo aver scritto queste righe mi accorgo che noi mamme siamo tutte sulla stessa barca :) ci sembra di non fare mai abbastanza… chissà se accadeva anche con la vecchia generazione?!

      Elimina
  15. Lei lo sa già che sei la migliore...... L'ha sempre saputo. Un abbraccio... Lidi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una volta mi disse: lo sapevo che mi avrebbero dato la migliore. Ecco non so quanto mi sono gasata !

      Elimina
  16. Ho letto il tuo post così' breve ed intenso e mi sono salite le lacrime agli occhi, perché è esattamente quello che ho pensato oggi quando mia figlia è tornata a casa da scuola piangendo dopo aver fallito un'interrogazione. Ed io mi sono sentita parte del suo fallimento perché alla fine sento di non averla aiutata come avrei dovuto. Credo che dovrò asciugarle ancora tante lacrime, ingoiando le mie. Bellissimo ed intenso post. Grazie. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Pat, sono certa che avrai saputo donarle tutto il conforto di cui ha bisogno. Le mamme ci riescono sempre!

      Elimina
  17. voglio anche io essere la migliore... per il momento per me...
    :-)
    Ciao Irene bellissime parole... sei sempre un'ispirazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in fondo in fondo sono la stessa cosa. Anche io cerco di migliorare per lei per essere felice e in pace

      Elimina
  18. ...hai la leggerezza e la magia di Trilli...
    ...queste tue parole sono come scintille cadute dalla tua bacchetta magica...
    Ti ammiro Irene.
    Sinceramente,
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Barbara, detto da una persona come te mi onora tanto!
      Ire

      Elimina
  19. La crescita di un figlio è un percorso così complesso, difficile da raccontare Io ci ho messo tutta me stessa, il mio cuore, ci sono stati momenti difficili, la vita sa essere molto esigente, poi sono passati, adesso lei è una giovane donna che si lascia ancora abbracciare e accarezzare e che mi illumina ogni volta che la vedo Tu la stupirai ogni giorno la tua piccola!
    Ti abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, la vita sa essere molto esigente per questo a volte mi faccio spaventare :temo di essere sprovvista di forze ed entusiasmo.
      grazie Daniela
      Ire

      Elimina
  20. This post it is full of peace :)
    Beautiful
    Love
    Nina

    RispondiElimina
  21. Sei la migliore.
    sei un prezioso esempio.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non lo sono ma sforzarmi mi aiuterà, forse

      Elimina
  22. Parole cosi fanno battere il cuore...Anche io certe volte mi faccio queste domande e ogni tanto, penso che sarebbe bello se per mia figlia io fossi ciò che la mia mamma è stata ed è per me. Quello che rimane è Magia ed Incanto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. lo sei tesoro...lo sei..
    Baci e abbracci...Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi ho letto alla Bea questo post e lei mi ha detto anche se fossi brutta e antipatica ai bambini basterebbe l’amore e "te tu ce n’hai mamma"

      Elimina
  24. Quanta dolcezza nei tuoi pensieri di mamma! Vorrei seguire il tuo esempio per essere una donna speciale per mio figlio, come lo sei tu! Ti leggo con ammirazione ed affetto... Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è vero che ai nostri piccoli sembriamo perfetti ma impegnarmi per essere "qualcosa di più" ai suoi occhi mi rende veramente migliore,
      ti ringrazio di cuore
      Irene

      Elimina
  25. livinginmyhome.blogspot.it23 gennaio 2014 17:31

    Che bello questo pensiero per la tua bimba, ci affanniamo tanto per essere migliori , in tutto, con gli altri, nel lavoro, nelle amicizie ...etc , ma troppe poche volte pensiamo ad essere i migliori per i nostri figli!!
    Grazie ci rifletterò bene, cercando di esserlo per i miei figli!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensieri che nascono da mancanze che ho nei confronti della mia piccolina, proprio come scrivi tu: cerco sempre di migliorarmi sul lavoro e nella vita quando invece basterebbe essere la migliore per lei...

      Elimina
  26. sai una cosa? adoro guardare le tue immagini e leggere le tue parole cerco di trarne ispirazione e cerco di imparare ad essere tranquilla e serena come te o almeno come dai l'impressione di essere; anch'io cerco di essere la migliore e non mi fermo mai per esserlo per tutti i miei tre figli, e poi mi accorgo che i migliori complimenti li ricevo quando faccio le cose più semplici,non so se riuscirò a crescerli come voglio io ,ma so che ho fatto il possibile per loro.un abbraccio marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. essere madre tre volte deve essere qualcosa di meraviglioso , un miracolo che sono donne speciali posso compiere. Brava Marina, il tuo “possibile” è qualcosa di grande.
      un abbraccio
      Irene

      Elimina
  27. Tu sei la sua mamma, e questo ti rende unica e la migliore ai suoi occhi, sempre. Credo che siano i nostri figli ad insegnare a noi, sono loro che ci fanno crescere.
    Un caro saluto, Ada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono loro che ci fanno crescere, è vero Ada: spesso penso che fino al giorno prima di averla con me non ero ancora una donna. Un caro saluto a te
      Irene

      Elimina
  28. sei nata mamma...non ci sono altri motivi di questa tua dolcezza ed unicità... non urli non sbandieri...io lo sai ti adoro per questo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. potessi urlare e sbandierare lo farei da quando sono contenta e tu lo sai che traguardo sei la Bea per me , un traguardo che a volte ho paura di non meritare. Grazie Gaia per queste parole e per quel sei nata mamma...

      Elimina
  29. Quanta empatia nel leggere le tue parole! Guardo i miei figli e provo le stesse emozioni... è un amore così grande che fa quasi male...

    RispondiElimina
  30. credo di si!!! mi piace la domanda che ti poni. è una domanda da mamma e per quell'infanzia serena magica che dici di aver avuto, credo che sia la miglior risposta (terreno) che tu possa dare a tua figlia.

    RispondiElimina
  31. Guardo i miei figli,guardo i loro occhi ...ne sono innamorata e penso per ognuno di loro:"quante cose sto imparando!"loro se ne accorgono,si fermano sorridono e mi abbracciano forte e mi sussurrano nell'orecchio "ti voglio bene mamma"

    RispondiElimina
  32. Questo post me l'ero perso, ma da te torno sempre. Mi commuovi. Sono sicura che sarai sempre la migliore, la ami così tanto e credo che la felicità di lei sia l'aria per te.

    RispondiElimina