La nuova grafica

27 novembre 2013




Si è capito da tutti quei “bottoncini" in alto a destra: mi piace da matti pinterest dove ogni cartella racchiude un progetto (nuovo giardino, nuova cameretta, nuova me); impazzisco per instagram con cui fermo ogni piccola bellezza che mi passa davanti; uso facebook per tenermi vicino chi è lontano e, vi sembrerà strano, per conoscere meglio la vera natura delle persone. 

Avevo bisogno di un sito che mi rappresentasse e grazie a Elena ci sono riuscita.

Posso cambiare le foto , aggiungerne a volontà (come dice Bea "se pigi le palline sotto le foto passi dal letto ai limoni”). Posso mettere 3 news e farvi sapere dove sono in giro per il mio libro, cosa sto cambiando al Vdr, quale è il prossimo evento.

Dopo mail e messaggi e urli di gioia virtuali , è tutto pronto... eccomi qua. Io sono proprio così : in continuo cambiamento, con mille cose da terminare, cento da condividere e 50 da festeggiare, connessa al mondo grazie a un pc ma al calduccio di queste mura , la mia piccola a fianco e Paolo fuori a brucare. Amo questa grafica, questo brulichio di eventi contenuti da una mia foto o da un bottone: tutto è calmo tutto è sereno si entra nelle sezioni solo se lo desidera davvero. Mi piace l’idea che chi lo apra possa scegliere se continuare o chiudere e bersi una tazza di tè. Mi entusiasma sapere di potervi ospitare mentre in realtà sono in giardino in cerca del mio fiore preferito che da oggi , anche il blog, porta all’occhiello. 

Grazie Elena  per avermi capito.








anteprima book video promo di “Quello che piace a Irene”

22 novembre 2013



Il mio quaderno di pelle ha custodito per un anno appunti e ricette, molti ritagli di stoffe, nastrini e qualche  mannaggia. Gli voglio bene come a tanti altri oggetti che mi hanno accompagnato in questa avventura, lui è speciale si merita il ruolo di protagonista per il video promo del mio libro , un video nato grazie a due talenti  di passaggio al Valdirose. 






Valdirose for Oscar et lila

12 novembre 2013



La fotografia mi difende e si fa avanti quando mi mancano le parole. Mi ha insegnato a cercare il bello e a trovarlo, sempre. Anche senza la macchina io scatto e custodisco.

In serbo ho un archivio infinito
di quel momento in cui i suoi occhi bucano i miei e corrono per arrivare fin dove vogliono
di colori, i miei preferiti, per rifugiarmici quando intorno trovo solo il grigio
di foto mai scattate e di foto che scatterò presto.




Ringrazio di cuore Patricia che ha rinnovato la sua fiducia in me commissionandomi anche questa stagione il catalogo della nuova collezione di Oscar et Lila
Lavoro con persone fuori dall'ordinario, che inseguono l'incanto e la leggerezza, lavoro con la bellezza 
e mi sento fortunata. 








Aspettare "Quello che piace a Irene"

4 novembre 2013

Sono impaziente, col cuore che palpita come una mamma che aspetta: è rimasto un fiore di Ottobre sul tavolo ma, è ufficiale, sei arrivato anche tu Novembre.

Vorrei saper leggere il fondo di questo caffè o che fosse già inverno per sfogliare il mio libro, il freddo fuori e una coperta per nascondermici sotto, da lì poter sbirciare ammirata il mio anno passato e stampato. Sento già due gambette veloci e la voce divertita "mamma, che ci fai là sotto?" : la coperta si farebbe più piccola ma è sperimentato in due, io e lei, facciamo calore.

Ecco, non c'è bisogno che arrivi in fretta: questo pensiero misto alle vostre parole mi tiene al calduccio. Benvenuto anche a te Novembre : giusto un pochino ... ma io posso ancora aspettare.