pane vino e zucchero

29 maggio 2012


Lo zucchero che scricchiola tra i denti, il vino rosso quello buono, il pane .

Quando faccio merenda a pane vino e zucchero mi ricordo perchè fa bene mangiare:

perchè ci nutre

Una ricetta che è una storia, che amo come alcune persone
sostanza spensieratezza e dolcezza

buon appetito


The sugar that crackles between the teeth, the good red wine, the bread. mhhhh...
when I make bread, wine and sugar I remember because it's good to eat: because it feeds
A tipical tuscany recipe that is an history, a recipe good like some persons I love:
substance, thoughtlessness and sweetness
buon appetito


24 commenti:

  1. mmmmmmmmm...che buono!!! la mia mamma ogni tanto lo fa :)

    RispondiElimina
  2. Grazie, sono le merende che facevano i contadini quando tornavano dai campi, se non cera pane dalle mie parti c'era la polenta ciao Giuliana

    RispondiElimina
  3. sostanza spensieratezza e dolcezza... mi ricorda qualcuno!
    Buongiorno Irene

    RispondiElimina
  4. Tu non sai quali memorie hai smosso in me.
    Una fetta di pane avanzato e magari un pò secco, un goccio di vino diluito, uno spesso strato di zucchero: ecco il dessert di tutta la mia infanzia.
    Intenerita al ricordo della piccola Dani, oggi proverò a farlo assaggiare a mia figlia; ma so già che, viziata da merendine e gelati a gogò, ahimè non lo capirà...

    RispondiElimina
  5. Che buone le merende di una volta! Grazie!

    RispondiElimina
  6. Una gran voglia di... assaggiarlo!
    il mio ricordo di bambina è pane con i pomodori schiacciati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buono! ogni tanto la mattina gli ospiti spagnoli mi chiedono il"tomate rallado" pomodoro grattugiato con sale olio...mi convincono sempre ad una fetta anche per me... poi qui da me il pane toscano sembra nato per essere condito!

      Elimina
  7. Vedi il blog di Irene è così..quando pensi che sia magica e sofisticata scopri che è anche autentica e semplice e quando pensi di aver capito un pò di lei scopri altri lati meravigliosi, ecco perchè ti seguo con tanto affetto, perchè sei una fonte continua di cose belle!!!spero di vederti presto!
    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, pensiamo le stesse cose l'una dell'altra... ci vedremo ci vedremo :)

      Elimina
  8. quanti ricordi...nonna che ci dava panne e zucchero e nonno che di nascosto ce lo faceva inzuppare nel vino...che ridere quando se ne accorgeva!
    grazie
    elisa

    RispondiElimina
  9. le sagge merende delle nostre nonne....intramontabili.

    la mia merenda era con piu' vino e meno zucchero!... appunto!
    bacio Ire

    RispondiElimina
  10. ..anche il mio nonnino me lo faceva cosi' il pane!!!!E sento ancora la sua voce che mi chiama:"Picchia,a fare merenda!!!"!!!Quanti ricordi riaffiorano in me!!!Mai avrei immaginato che aprendo il tuo blog oggi pomeriggio sarebbe successo tutto questo!!!!!Un bacione a te!Cri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. picchia :) mamma mia! questo nome proprio lo adoro

      Elimina
  11. le mie merende erano pane, burro e zucchero...o pane olio e sale!altro che le merendine!!!

    RispondiElimina
  12. sai che non la sapevo !
    devo provare !

    RispondiElimina
  13. Pane vino e zucchero me lo dava a merenda la nonna Lidia, alla Casa Vecchia, dove nella vecchia stalla delle mucche c'erano le gabbie dei conigli, e nel pagliaio nascevano nidiate di gattini variopinti... che bei ricordi hai risvegliato alla mia mente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena ho letto gabbie dei conigli ne ho sentito l'odore...siamo contagiose con questi ricordi!

      Elimina
  14. Ciao Irene
    la merenda della mia infanzia. Che buona! La preparava mia madre o mia zia che bei ricordi.
    Bellissimo il tuo blog. Complimenti
    A presto DonatellaM

    RispondiElimina
  15. La mia merenda preferita quando ero piccola pane vecchio bagnato con l'acqua e spolverato con lo zucchero....da grande provero` la tua versione col vino!
    francesca

    RispondiElimina
  16. pane acqua e zucchero ce lo preparava a noi nipoti mia nonna ed è buonissimo ma con il vino non ne ero a conoscenza proverò!!!!!

    RispondiElimina
  17. La mia merenda di quando ero piccola e me la preparava il babbo...chebbuono!

    RispondiElimina
  18. Come per altre la mia merenda era pane, burro e zucchero Il pane era una rosetta (qui a Milano michetta)semplice, senza tante storie ma buonissima, che meravigliose merende "senza pubblicità"
    Un bacio dolce, Daniela

    RispondiElimina
  19. devo assaggiare assolutamente questa ricetta!!

    RispondiElimina
  20. "Una ricetta che è una storia, che amo come alcune persone
    sostanza spensieratezza e dolcezza"
    Oggi è il giorno in cui ho ripensato a questa merenda che facevo un tempo (ed erano già tempi di merendine eh) e spero che oggi sia il giorno in cui comincerò a diventare la persona che tu descrivi...
    Bellissimo pensiero, grazie

    RispondiElimina